Allergia durante la gravidanza

Bugie della donna incinta Circa il 35% delle donne che non hanno avuto manifestazioni allergiche prima della gravidanza, si è trovato ad affrontare questo problema durante il periodo della gravidanza. La risposta atipica del sistema immunitario a qualsiasi sostanza viene visualizzata sull'embrione nell'utero, e l'assunzione di antistaminici danneggia l'apporto di sangue, riducendo il flusso sanguigno uteroplacentare.

I modi per trattare le allergie, così come altre malattie durante la gravidanza, sono limitati a causa dell'effetto sul bambino, quindi è necessario esercitare il massimo sforzo per evitare una reazione o, se questo non è possibile, scegliere il metodo di trattamento più benigno.

Preparati per il trattamento delle allergie nelle donne in gravidanza

Anche se una donna è allergica "con esperienza" e ha una tendenza a questa malattia prima di concepire un feto, non dovrebbe ricorrere a medicinali familiari - potrebbero essere incompatibili con la gravidanza e dare una complicazione all'embrione. Al minimo sospetto di una reazione atipica, è necessario consultare un medico in modo che compia un corso di terapia basato sui farmaci più benigni e dà consigli sulla dieta.

Infatti, non c'è NESSUNO antistaminico approvato per l'uso in donne in gravidanza. Tutti loro sono in qualche modo controindicati. Solo un medico sarà in grado di prescrivere un farmaco del genere in caso di reale oppressione per la futura madre.

Farmaci che un medico può prescrivere in determinate circostanze:

  1. Cetirizina ( Cetrin , Zodak ) - Quando si analizzano i dati prospettici di oltre 700 casi di esiti della gravidanza, non ci sono stati casi di formazione di malformazioni, tossicità embrionale e neonatale con una chiara relazione causale con l'uso di cetirizina. Tuttavia, non sono stati condotti studi adeguati e strettamente controllati con il gruppo di controllo, pertanto il farmaco è ufficialmente controindicato e può essere utilizzato solo se assolutamente necessario e sotto la supervisione di un medico . Uno dei pochi antistaminici con una categoria di azione sul feto secondo la FDA - B (questo significa che "gli studi sugli animali non hanno rivelato i rischi di un effetto negativo sul feto, non c'erano studi adeguati nelle donne in gravidanza").
  2. Levocetirizina ( Xyzal , Suprastexex ) è la categoria di azione sul feto della FDA - B, allo stesso modo.
  3. Difenolo - causa ipertonicità dell'utero, questo effetto è particolarmente forte nella tarda gravidanza. Categoria FDA - B. La dose massima del farmaco, consentita nel periodo di gestazione - 50 mg.

Farmaci popolari che sono meglio astenersi da:

  1. Suprastin : non c'era una ricerca adeguata. Nel 1 ° trimestre è vietato, dal 2 ° solo se il beneficio atteso è maggiore del rischio per il feto. Claritin , Loratadin , Feksadin - allo stesso modo. La categoria di azione sul feto da parte della FDA - C (studi sugli animali hanno rivelato un effetto negativo del farmaco sul feto);
  2. La piperacillina è proibita durante la gestazione e l'allattamento.
  3. Astemizol - a causa dell'assunzione di questo farmaco, il bambino è intossicato, quindi l'uso dovrebbe essere evitato.
  4. Terfenaide: un effetto deprimente sul processo di aumento di peso del feto.
  5. Tavegil è proibito - come risultato degli esperimenti, è stata registrata la nascita di animali da laboratorio con difetti del setto cardiaco e deformità delle zampe.

Insalata di mangiare incinta La base del trattamento e della prevenzione delle allergie nelle donne in gravidanza è una corretta alimentazione , la rimozione dell'allergene dal corpo (disintossicazione con adsorbenti e alcolici).

Un ciclo di trattamento prescritto da un medico non dovrebbe essere interrotto anche se il miglioramento è già avvenuto. La durata del trattamento varia da 5 a 14 giorni e il dosaggio è determinato individualmente.

Le manifestazioni più comuni di allergie nelle donne in gravidanza

I sintomi di allergia influenzano molti sistemi del corpo umano. Le manifestazioni della malattia non sono sempre chiaramente definite ed è facile determinare la diagnosi.

Rinite: allergica o ormonale?

Nelle donne in gravidanza, la mucosa nasale diventa più vulnerabile.

I problemi sotto forma di congestione nasale, secrezioni di muco e difficoltà respiratoria sono caratteristici di 2 e 3 trimestri. Se questa volta coincide con il periodo di fioritura delle piante o il contatto con un prodotto alimentare altamente allergico , materiale, quindi molto probabilmente, è possibile confermare la diagnosi di " rinite allergica ".

È spesso confuso con la malattia caratteristica - un naso che cola ormonale, che si verifica nelle donne in gravidanza a causa di un aumento della quantità di estrogeni e progesterone. Provocano rilassamento della muscolatura liscia, ipotonia vascolare e gonfiore della mucosa nasale: questi cambiamenti provocano secrezioni mucose, starnuti frequenti e congestione.

Si dovrebbe essere informati sulla probabilità di tale malattia e consultare il proprio medico circa l'uso di farmaci vasocostrittori (il sovradosaggio e l'uso frequente potrebbero essere pericolosi per il feto).

Manifestazioni dermatologiche nelle allergie

Sono frequenti anche manifestazioni dermatologiche di allergia - eczema, dermatite atopica , neurodermite, orticaria - queste manifestazioni sono caratterizzate da recidive nelle donne in gravidanza. È necessario accertarsi della diagnosi visitando un allergologo o un dermatologo e tenere traccia dei possibili contatti con i trigger alla vigilia dell'eruzione.

Le alterazioni cutanee allergiche rispondono bene al trattamento locale, che viene selezionato dal medico.

Asma allergico. Previsioni di gravidanza

Una delle manifestazioni più difficili delle reazioni allergiche sono i cambiamenti nel sistema respiratorio, che si sviluppano in asma bronchiale . Questa malattia è caratteristica del 2% delle donne in gravidanza ed è estremamente rara per la prima volta in questo momento.

Nella prognosi del decorso della malattia viene utilizzata la regola dei terzi: 1/3 delle donne nel periodo di gestazione non presenta alcun peggioramento, 1/3 nota una complicazione, 1/3 al contrario - registra miglioramento in assenza di esacerbazioni.

La recidiva di asma allergica si verifica più spesso per un periodo di 24-36 settimane e nell'ultimo mese c'è un miglioramento significativo. Oggi l'asma non è riconosciuta come controindicazione alla gravidanza.

Come prepararsi per le donne allergiche al parto?

procedura di test allergia donna Quando si pianifica la nascita di un bambino e si conosce la loro tendenza a reazioni allergiche, è necessario informare il medico curante e visitare un allergologo.

Puoi proteggere te stesso e il feto in anticipo effettuando test allergologici . Ciò minimizzerà il contatto imprevisto con gli allergeni e aiuterà a controllare la situazione.

Puoi provare a scoprire da solo cosa sei allergico .

Inoltre, nonostante le molte tentazioni necessarie per proteggersi dagli inneschi del cibo. Cosa non dovrebbe essere nella dieta della futura madre:

  • frutti di mare (molluschi, granchi, gamberetti);
  • pesce, caviale;
  • verdure e frutta dai colori vivaci;
  • noci;
  • pollo e maiale;
  • latte vaccino;
  • miele;
  • uova;
  • sottaceti e cibi in scatola;
  • piatti affumicati, speziati e marinati;
  • succhi di frutta.

È necessario sviluppare un menu basato su tali prodotti:

  • Carne - tacchino, manzo, vitello o agnello.
  • Verdure per la stagione: patate (pre-ammollate in acqua salata), zucchine, zucca, cetrioli, cavoli, piselli, fagioli, mele verdi e gialle, banane.
  • Bere è un tè debole o acqua senza gas.

Oltre agli allergeni alimentari, il corpo deve essere protetto dagli acari della polvere (eseguire tempestivamente la pulizia ad acqua nella stanza, sostituire i cuscini di piume con quelli sintetici), lana di animali e pelucchi , prodotti chimici domestici.

Non è necessario cambiare i soliti mezzi di igiene durante la gravidanza, i cosmetici: prodotti testati, che non mostrano allergie, dovrebbero essere lasciati, e gli esperimenti dovrebbero essere riprogrammati.

Recentemente, gli allergici hanno indicato la connessione della nicotina con una predisposizione ereditaria a una reazione atipica - i bambini delle madri che fumano più spesso di altri hanno una tendenza all'asma bronchiale e alla dermatite atopica . È importante che l'influenza abbia fumo attivo e passivo.

fumare durante la gravidanza Un'allergia può apparire sullo sviluppo dell'embrione, ma il suo trattamento improprio porta a conseguenze negative anche più spesso. Pertanto, l'auto-trattamento è inaccettabile - le donne con allergie durante la gravidanza non possono assumere farmaci che sono stati usati prima di concepire un bambino, nonostante siano ben tollerati ed efficaci.

Lo specialista deve valutare i rischi e, in base alle condizioni della futura gestante, prescrivere un trattamento di cui il bambino non soffrirà.

La mancanza di contatto con l'allergene e la dieta alimentare restano i principali metodi di precauzione che aiuteranno a fare un bambino sano con successo.

Aggiungi un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Il commento apparirà sulla pagina dopo essere stato moderato.