Esofagite da Candida

posizione dell'esofago La fonte dell'infezione nel corpo umano è nell'intestino e nella bocca. L'infezione dell'esofago avviene in direzione ascendente e discendente, rispettivamente. I funghi si moltiplicano e mostrano le loro proprietà patogene con una diminuzione della resistenza del corpo, immunodeficienza o altre condizioni favorevoli.

Aumenta la popolazione di funghi del genere Candida nell'esofago, che porta allo sviluppo della candidosi.

Dall'ambiente esterno, l'agente patogeno entra nel corpo:

  • al contatto con un paziente o un corriere,
  • mangiando cibo contaminato,
  • quando si utilizzano articoli per la casa contaminati e prodotti per la cura personale.

Fattori che provocano lo sviluppo della candidosi esofagea:

  • lesioni esofagee o danni con oggetti appuntiti
  • trattamento con corticosteroidi a lungo termine
  • terapia antibiotica a lungo termine
  • diabete mellito
  • lunga terapia antiacido,
  • intossicazione di varie genesi,
  • fumo e alcolismo
  • allergia,
  • motilità alterata del tratto digestivo,
  • mancanza di proteine ​​nel corpo dopo una lunga dieta,
  • nutrizione parenterale
  • trapianto di organi
  • ipofunzione delle ghiandole surrenali o delle ghiandole paratiroidi,
  • patologie immunitarie - AIDS,
  • oncologia,
  • effetti della chemioterapia,
  • infezioni croniche gravi - tubercolosi.

La candida penetra nei tessuti dell'esofago di un organismo indebolito, si moltiplica attivamente e forma pseudomielite. L'esame istologico dei campioni di biopsia conferma la diagnosi di esofagite candidosa dopo la rilevazione dei filamenti di micelio. Individui colonie di Candida si trovano sulla membrana mucosa dell'esofago in condizioni normali o indicano il trasporto del fungo. Tali condizioni non richiedono trattamento.

sintomi

Non si può notare la malattia per molto tempo. Esofago di Candida - una delle più difficili da diagnosticare le malattie dell'apparato digerente. Quasi la metà dei pazienti non ha patologie.

I principali sintomi della candidosi esofagea sono:

  • dolore nella parte superiore dell'addome,
  • disfagia - una violazione della deglutizione,
  • diminuzione o mancanza di appetito
  • dolore durante la deglutizione,
  • disagio dietro lo sterno,
  • bruciore di stomaco
  • nausea e vomito con scarico di film
  • aumento della temperatura corporea,
  • sgabelli sciolti con muco.

L'intensità del dolore durante la deglutizione varia da insignificante a pronunciata, interferendo con l'assunzione normale di cibo e acqua. Tali complicazioni portano alla disidratazione.

Nella fase iniziale della malattia, l'infezione colpisce solo la membrana mucosa e quindi penetra nei tessuti e nelle strutture più profondi. La superficie della membrana mucosa è ricoperta da film caratteristici che sono in grado di bloccare completamente il lume dell'esofago.

Complicazioni della candidosi esofagea (che cosa accadrà se non tratterai e inizi completamente la malattia):

  • necrosi tessutale
  • ascessi,
  • ulcere,
  • perforazione,
  • stenosi esofagea.
  • sanguinamento dai vasi sanguigni.

diagnostica

Esofagoscopia - il principale metodo diagnostico della candidosi esofagea. L'esofagoscopia viene eseguita per tutti i pazienti che lamentano difficoltà e dolore durante la deglutizione del cibo. L'esame endoscopico ci permette di esaminare la membrana mucosa dell'esofago con l'aiuto di speciali apparecchiature ottiche.

Attenzione! Il contenuto potrebbe essere sgradevole da visualizzare.

Segni endoscopici di candidosi esofageo:

  • la vulnerabilità della superficie della membrana mucosa al contatto,
  • gonfiore e iperemia,
  • depositi fibrosi sulle mucose.

Inoltre:

L'endophagite catarrale è caratterizzata da edema moderato della membrana mucosa, iperemia diffusa, sanguinamento al contatto, formazione di placca biancastra sulla superficie.

L'esofalite fibrinosa si manifesta con incursioni lente sotto forma di piccole placche rotonde, pronunciata suscettibilità al contatto e iperemia.

L' esofagite fibroso-erosiva è accompagnata dalla formazione di placca sulla membrana mucosa sotto forma di nastri frangiati grigi, che si trovano nella parte superiore delle pieghe longitudinali. Appaiono erosione di varie forme. La membrana mucosa dell'esofago è iperemica, gonfia e molto vulnerabile.

Un altro metodo diagnostico per esofagite candidale è l'esame radiografico utilizzando un agente di contrasto.

Effettuare uno studio microbiologico del muco prelevato dall'esofago, seminandolo sui mezzi nutritivi. Dopo aver determinato l'agente eziologico della malattia, rivela la sua sensibilità ai farmaci antifungini. Uno studio culturale sul materiale biologico deve essere condotto con candidosi ricorrente e resistenza fungina alla terapia antifungina.

Metodi morfologici micologici con vari tipi di macchie di striscio possono rilevare pseudo-micelio: secondo Romanovsky - Giemsa o con un campione bioptico di CHIC.

trattamento

compresse Il trattamento farmacologico della candidosi esofagea è l'uso di agenti antifungini e stimolanti del sistema immunitario.

La scelta dell'agente anti-micotico è determinata dai risultati dei test di laboratorio e dalla sensibilità identificata del microrganismo rilevato a vari farmaci.

Ci sono un gran numero di agenti antifungini. Per il trattamento dell'esofago, i più efficaci sono i mezzi di azione sistemica, in altre parole, le pillole - " Ketoconazolo ", " Fluconazolo " e " Itraconazolo ".

Il fluconazolo è popolare, viene assunto per 100-200 mg / die per via orale entro un mese.

In che altro modo trattare la candidosi esofagea? La somministrazione endoscopica di radiazioni laser ad alta intensità e del concentrato di granulociti nei pazienti ha un buon effetto. Questa procedura aiuta a migliorare la funzione immunitaria.

La terapia etiotrope è quasi sempre accompagnata dalla nomina di farmaci che normalizzano il lavoro del sistema gastrointestinale e popolano il tessuto epiteliale con i bifidobatteri e la lattoflora acidofila. Ai pazienti vengono anche mostrati agenti farmacologici per migliorare la protezione immunologica del corpo.

La dieta per la candidosi dell'esofago dovrebbe fornire all'organismo quantità sufficienti di proteine, vitamine e oligoelementi. I prodotti contenenti molti carboidrati semplici (dolci e farina) dovrebbero essere esclusi dalla dieta dei pazienti per qualche tempo.

I prodotti lattiero-caseari e gli agrumi sono anche un mezzo nutritivo per la flora fungina. Devono anche essere cancellati. Le persone con forme gravi di candidosi, accompagnate da deglutizione deglutita, vengono mostrate per alimentazione parenterale o sonda di miscele altamente proteiche, insieme ad un'adeguata idratazione.

Il trattamento dei rimedi popolari è l'uso di varie erbe: dal ginepro, eucalipto, salvia, camomilla, calendula , achillea .

La terapia popolare della patologia è una terapia adiuvante mirata ad accelerare il processo di guarigione e alleviare le spiacevoli sensazioni causate dalla malattia.

Il trattamento della candidosi esofagea è sempre complesso, condotto sotto la supervisione del medico curante. La sua efficacia è determinata utilizzando metodi strumentali di esame.

13 commenti

Aggiungi un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Il commento apparirà sulla pagina dopo essere stato moderato.