È pericoloso rimuovere le talpe (neoplasie)

Nevus sulla spalla in una vista più ampia Il nome comune "talpe" unisce un gruppo di lesioni pigmentate sulla pelle umana. Nella pratica medica, sono chiamati nevi e indicati come tumori benigni.

L'aspetto delle talpe porta all'accumulo di melanociti nelle cellule della pelle responsabili della produzione di melanina.

I nevi pigmentati regolari hanno l'aspetto di uno spot o di un pisello che sporge sopra la pelle e la tavolozza dei colori è rappresentata da numerose sfumature: dal giallo chiaro al marrone scuro, quasi nero.

Quindi è possibile rimuovere le talpe

diagramma della guancia del nevo Sul corpo umano, un gran numero di talpe sono assolutamente innocui, le loro possibilità di rinascere nel melanoma sono quasi 0 e non richiedono un intervento chirurgico.

Allo stesso tempo, alcuni tumori complicano la vita, poiché sono regolarmente feriti quando indossano abiti o gioielli, ci sono troppe talpe sul corpo, e alcuni addirittura rovinano l'aspetto (situato sul viso).

Pertanto, ovviamente è possibile, ma solo dopo un esame da parte di uno specialista.

I nevi pigmentati devono essere rimossi se ci sono:

  • indicazioni oncologiche per la loro rimozione, quando le formazioni hanno cambiato colore, struttura, dimensioni;
  • motivi estetici, se i nevi peggiorano l'attrattiva estetica, ad es. localizzato sul viso, compresi naso, palpebre, labbra.
  • quando le talpe aumentano il rischio di sviluppare il melanoma. Di solito tali esemplari si trovano sul collo, sulla testa, nella regione lombare, nell'area intima, sotto il seno (nelle donne) e sono permanentemente feriti.

È indispensabile consultare uno specialista in caso di una talpa:

  1. formato nell'età adulta;
  2. ha dimensioni superiori a 6-10 mm;
  3. inaspettato "attivato".

Inoltre, il motivo dell'ammissione immediata in ospedale è il comportamento "strano" di un nevo pigmentato, come ad esempio:

  • cambiare la tonalità del pigmento;
  • prurito, arrossamento, desquamazione nell'area del nevo ;
  • acquisizione di una superficie lucida "lucida" da una talpa;
  • un aumento delle dimensioni della neoplasia (nel piano orizzontale o verticale);
  • rottura della simmetria;
  • la formazione di bordi irregolari e irregolari;
  • perdita di capelli incarnita in una talpa;
  • cambiamento di densità o struttura;
  • scarico di sangue o liquido purulento.

È possibile rimuovere talpe situate su parti del corpo che sono sempre coperte di vestiti (ad esempio, sul busto) in qualsiasi momento dell'anno. Se esiste un rischio minimo di esposizione alla zona esposta della luce solare, si consiglia di eseguire l'operazione nel tardo autunno, in inverno o all'inizio della primavera.

Neoplasie vascolari - gli angiomi hanno una forma piatta o leggermente sporgente sopra la superficie della pelle. La loro ombra dipende dalla nave, sulla base della quale sono stati formati. Ci sono rosa, ricca di colore rosso o bluastro-viola.

L'angioma capillare compare più spesso sul viso, mentre il cavernoso di solito si "nasconde" sotto la pelle o "si deposita" sugli organi interni, ei linfangiomi crescono dai vasi del sistema linfatico.

Attenzione! Si sconsiglia di rimuovere gli angiomi senza necessità estreme, di solito interrompe il flusso sanguigno, causando la comparsa di cicatrici e altre conseguenze.

Solo quegli emangiomi che rovinano l'aspetto (che si trovano sul viso) o sono permanentemente feriti quando si indossano vestiti, indossano gioielli o si pettinano sono soggetti a rimozione. L'intervento chirurgico non può essere evitato e quando il tumore cresce rapidamente (in profondità o in larghezza), è costantemente sanguinante o ulcerante.

Le talpe sono spesso confuse con le verruche piane , perché anche leggermente al di sopra della superficie della pelle e hanno una forma arrotondata, e il loro colore può essere marrone chiaro o giallastro (ma il più delle volte ci sono verruche il cui colore è vicino al tono della pelle). È desiderabile rimuoverli, perché sono i punti focali della diffusione del papillomavirus.

Quale specialista contattare

ragazza al dottore In caso di problemi con le talpe, la maggior parte delle persone si rivolgono alle cliniche di cosmetologia. Nel frattempo, la rimozione dei nevi pigmentati è l'area di attività e la responsabilità di un dermato-oncologo qualificato.

Solo la rimozione di una talpa, eseguita sotto la supervisione di uno specialista, seguita da un esame istologico del materiale ottenuto durante l'operazione, può essere una garanzia per prevenire lo sviluppo di melanoma in futuro.

Quale metodo di rimozione scegliere

rimozione della verruca mediante congelamento

crioterapia

Lo scopo principale della chirurgia è rimuovere il frammento patologico (moli o macchie), che consente di ripristinare il normale apporto di sangue ai tessuti nell'area.

Per eliminare, puoi scegliere uno dei seguenti metodi:

  • il metodo chirurgico è efficace quando si tratta di rimuovere una neoplasia maligna. In questo caso, il chirurgo sarà in grado di "ritagliare" non solo un nevo, ma anche i tessuti circostanti interessati dalle metastasi. Allo stesso tempo, è possibile un esame istologico completo, poiché il corpo della talpa è preservato. Gli svantaggi dell'operazione includono l'aspetto di una cicatrice, quindi questo metodo non è adatto per rimuovere talpe sul viso;
  • il metodo dell'elettrocoagulazione è prodotto dall'azione della corrente ad alta frequenza sulla superficie del tumore. Quando ciò accade, si verifica una lesione termica del nevo e dei tessuti adiacenti, nel luogo in cui si forma una crosta secca (scompare dopo 7-10 giorni). È possibile rimuovere una talpa in 1 sessione ed è quasi indolore (se il tumore è piccolo, non è richiesta l'anestesia). I vantaggi del metodo comprendono la velocità della procedura e la minimizzazione del rischio di infezione della ferita, nonché la possibilità di preservare il materiale che viene rimosso allo scopo di esaminare l'assenza / presenza di cellule cancerose. Sebbene l'attrezzatura ti permetta di controllare la profondità dell'impatto della corrente d'urto, una piccola cicatrice rimane ancora al posto della talpa rimossa;
  • Il metodo di criodistruzione si basa sull'effetto dell'azoto liquido a basse temperature al fine di distruggere e rigettare i tessuti danneggiati. Dopo l'esposizione a freddo, si forma una crosta sotto cui si forma gradualmente il tessuto sano. Il periodo di guarigione della ferita è più lungo rispetto all'elettrocoagulazione o alla rimozione del nevo laser. Gli svantaggi del metodo includono il fatto che esiste un'alta probabilità di eliminazione parziale di una talpa, dopo la quale sarà necessario ripetere la procedura. Inoltre, è impossibile controllare la profondità di esposizione all'azoto, che può causare danni ai tessuti sani.
  • La rimozione laser consente di eseguire la procedura senza danneggiare il tessuto nevoso circostante, poiché è possibile controllare la profondità di esposizione e il diametro del punto di radiazione. Questo metodo è particolarmente efficace nella rimozione di piccole talpe. Dopo l'intervento, non c'è praticamente alcuna traccia di rimozione;
  • la rimozione delle onde radio è efficace quando si rimuovono i tumori della pelle di piccole dimensioni. Con l'aiuto di un radiocoagulatore, sia le neoplasie benigne che quelle maligne possono essere rimosse senza traumatizzare il nevo circostante dei tessuti sani. L'infezione durante la procedura è completamente esclusa, poiché il coltello contemporaneamente taglia e sterilizza l'area di impatto. Non vi è alcuna cicatrice dopo la rimozione delle onde radio della talpa e il materiale può essere inviato per la biopsia.

Quali potrebbero essere le conseguenze

termometro Nella maggior parte dei casi, la chirurgia ha successo, ma a volte possono verificarsi questi sintomi spiacevoli:

  • bassa temperatura corporea (37-37,5 ° C);
  • iperemia ed edema nel sito di rimozione del nevo;
  • la formazione di una compattazione al posto di una voglia remota e la formazione di un tubercolo è un motivo per tornare a un oncologo al fine di prevenire la progressione del melanoma.

Durante il periodo di riabilitazione, che dura 7-14 giorni, non è raccomandato:

  • bagnare la ferita;
  • applicare cosmetici;
  • rimanere nel pomeriggio al sole;
  • auto rimuovere la crosta.

Controindicazioni

È meglio che le donne non vengano operate durante le mestruazioni. Ciò è dovuto al fatto che durante le mestruazioni la coagulazione del sangue peggiora (cambiamenti di emostasi) e può verificarsi sanguinamento.

NOTA! Durante la gravidanza, specialmente nel terzo trimestre, è indesiderabile rimuovere le talpe, ed è meglio posticipare l'operazione fino alla nascita del bambino.

Ma se la situazione richiede una risposta immediata (rapida crescita del tumore, la sua trasformazione in melanoma), allora l'intervento chirurgico viene eseguito immediatamente, ma con l'uso di farmaci benigni.

Le talpe dei bambini vengono rimosse solo in casi eccezionali, ma dall'età di 18 anni (quando la crescita attiva del corpo è completata) l'operazione può essere eseguita.

La rimozione di talpe non è raccomandata quando il paziente:

  1. ARVI malato;
  2. ha uno stadio acuto di malattia erpetica;
  3. si lamenta di febbre;
  4. solo recuperato dopo una crisi ipertensiva;
  5. Avverte una reazione allergica agli antidolorifici.

In generale, la rimozione chirurgica delle talpe usando un bisturi è più spesso praticata (qui, le qualifiche e l'esperienza del medico sono molto importanti) e il trattamento laser.

Aggiungi un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Il commento apparirà sulla pagina dopo essere stato moderato.