Traumatizzare talpe e verruche è una cosa seria

Il traumatismo accidentale dei nevi avviene quotidianamente: sono agganciati a vestiti, gioielli e graffi incuranti. Cosa fare in questo caso, e se c'è una connessione delle talpe rotte con l'occorrenza del melanoma?

Come agire in caso di infortunio?

ragazza traumatizzata talpa In una situazione in cui qualsiasi formazione sulla pelle è ferita, è necessario prendere misure per evitare complicazioni. Prima di tutto, è necessario trattare la ferita con un antisettico: alcool, perossido di idrogeno, clorexidina e applicare una benda sterile (o colla con un cerotto).

Nonostante le lesioni minori, gli esperti consigliano di consultare un medico per assicurarsi che non ci siano cellule tumorali nella talpa.

Se la formazione è completamente interrotta, è necessario avvolgerla con un tovagliolo inumidito in soluzione fisiologica e fornirlo ai medici per i test di laboratorio.

Se vengono trovate solo cellule benigne, un dermatologo può consigliarvi di rimuovere un nevo per evitare lesioni. Procedure simili sono raccomandate per le formazioni convesse e quelle che si trovano in luoghi scomodi (dove il bucato viene pressato o altrimenti applicato).

Non è possibile rimuovere o applicare in modo indipendente ricette popolari per sbarazzarsi di talpe - le conseguenze possono essere imprevedibili.

Se una formazione benigna è completa, ma la sua posizione causa disagio e c'è il rischio di lesioni, è meglio contattare un dermatologo in anticipo, fare le analisi di laboratorio necessarie e rimuoverlo senza aspettare una situazione pericolosa.

Possibili conseguenze

La maggior parte considera le voglie grandi e convesse più pericolose, molto probabilmente a causa della loro non estetica e del loro disagio. Ma tali formazioni non sono sempre di natura, molto spesso queste sono manifestazioni di HPV (papilloma) o verruche.

Il medico può determinare il tipo di educazione sulla base delle analisi di laboratorio, dell'anamnesi raccolta e dell'esame visivo.

Il più delle volte, incline alla trasformazione in tumori maligni:

voglia sul palmo

  • talpe di forma piatta;
  • formazioni sulla superficie delle palme, le piante dei piedi, i lati interni delle spalle e dei fianchi;
  • nevi, che sono costantemente feriti (graffiati con le unghie, guarniti con una lama di rasoio o strofinati contro i vestiti);
  • talpe in rapida crescita e prurito;
  • formazioni circondate da un alone di pelle ipertermica;
  • nevi, cambiando il colore, la forma e avendo un effetto lucido sulla superficie.

Esiste un gruppo di rischio in cui le persone con tali caratteristiche cadono:

  • pelle pallida;
  • vivere in luoghi con climi caldi;
  • adolescenti e anziani;
  • individui con suscettibilità genetica al cancro.

Quando viene rilevato un cambiamento simile sulla pelle, vale la pena contattare in anticipo gli specialisti per assicurarsi che non vi siano cellule tumorali o per rilevare il melanoma in una fase precoce. Con un tale problema, vanno da un dermatologo, un oncologo o un chirurgo per un consiglio.

2>

Tecniche di rimozione della talpa

La medicina moderna ha un ampio arsenale di strumenti per la rimozione di tumori benigni. Se ci sono indicazioni per la rimozione di una talpa o su richiesta del paziente, il medico consente la sua escissione, quindi a seconda delle sue dimensioni, posizione e caratteristiche individuali di una persona, i seguenti metodi possono essere applicati:

  1. Elettrocoagulazione: rimozione dei tessuti molli con l'aiuto della corrente elettrica. La corrente della voglia è termicamente colpita e una crosta secca rimane al suo posto, che rapidamente esfolia senza assistenza. Il metodo è pulito e raramente lascia cicatrici (la profondità dell'impatto può essere controllata), è consentito applicare sulla pelle del viso.
  2. Criodistruzione - rimozione della formazione di azoto liquido. La procedura è sterile, emostatica e analgesica. Non usato spesso sul viso a causa della probabilità di sessioni multiple. Il recupero è indolore. Lo svantaggio del metodo è l'incapacità di controllare la profondità della rimozione del tessuto e il rischio di grippare i tessuti sani - questo causa cicatrici o ri-manipolazione.
  3. Asportazione chirurgica - rimozione del tessuto con un bisturi. Applicabile a moli di grandi dimensioni, ma la cicatrice rimarrà probabilmente nel punto di rimozione, pertanto viene utilizzata in aree appena visibili della superficie corporea.
  4. Il metodo delle onde radio - uno dei più recenti sviluppi della medicina, consiste nell'utilizzare un dispositivo speciale che consente di rimuovere i nevi senza cicatrici e il rischio di infezione. Consigliato per manipolazioni sulla pelle del viso.

Possibili complicazioni

Oltre ai sintomi spiacevoli usuali e che passano rapidamente dopo la procedura (gonfiore, febbre), ci sono rischi più gravi. Il pericolo principale è nascosto nel sigillo sul sito di un nevo remoto. Potrebbe indicare lo sviluppo del melanoma.

In questo caso, è necessario contattare immediatamente la struttura medica per attività diagnostiche.

rimozione del nevo Varie formazioni sulla pelle richiedono un'attenta osservazione, anche se non portano alcun disagio. Cambiamenti improvvisi (crescita, cambiamento della pigmentazione, comparsa di un effetto lucido) segnalano cambiamenti avversi nelle cellule della talpa e richiedono una reazione immediata.

Anche i nevi strappati sono pericolosi: strapparli dalla pelle e aspettare che la guarigione della ferita non possa risolvere il problema, in ogni caso è necessario l'aiuto dei medici. Ignorando il problema, il paziente mette la sua vita in pericolo mortale.

Aggiungi un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Il commento apparirà sulla pagina dopo essere stato moderato.